La proteina scoperta dalla signora Montalcini ha un ruolo importante per la fertilità femminile

Pubblicato il agosto 24th, 2012 da
La proteina scoperta dalla signora Montalcini ha un ruolo importante per la fertilità femminile

Si chiama NGF, fattore di crescita nervoso e fu scoperta da Rita Levi Montalcini e dallo scienziato americano Stanley Cohen nei primi anni ’50, premiata col Nobel nel 1968 e studiata continuamente negli anni a seguire. Questa proteina, infatti, mostra ogni giorno di più le sue straordinarie potenzialità, che possono essere usate in svariati campi.

L’ultimo in ordine di tempo, da quanto si apprende dalle ricerche canadesi del professor Greg Adams, è quello della fertilità. Il team dell’Università del Saskatchewan, infatti, stava conducendo degli studi sull’accoppiamento animale e aveva notato che i maschi di alcune specie animali (cammello, lama, coniglio) inviano dei veri e propri “segnali” al cervello delle femmine per cominciare a produrre ovuli. Approfondendo lo studio si è visto che, quando nello sperma del maschio è presente la proteina NGF, la femmina la recepisce e dal suo cervello parte l’ordine di preparare il corpo all’accoppiamento.

I test sono stati condotti anche su altre specie animali, con dei preparati medici contenenti la proteina scoperta dalla signora Montalcini. Nelle mucche, ad esempio, trattamento ha migliorato lo sviluppo del corpo luteo, ghiandola che si forma dopo l’ovulazione e genera degli ormoni fondamentali per il buon mantenimento della gravidanza. La cosa che rende questa scoperta interessante è proprio che nessuno degli studiosi stava cercando la proteina NGF quindi nessuno aveva puntato su di essa per queste novità scientifiche. Una volta scoperta questa sua azione, però, si potrà cominciare a pensare a usarla davvero per curare l’infertilità anche negli esseri umani.


Tag:, , ,


Lascia un commento