Mente e corpo: se il cibo è ingrandito ci si sazia prima

Pubblicato il aprile 4th, 2012 da
Mente e corpo: se il cibo è ingrandito ci si sazia prima

Continuano gli sforzi degli scienziati per combattere uno dei mali più comuni del secolo, l’obesità. Un male comune e sottovalutato, in quanto non essendo immediatamente mortale sembra non far danno. Ma in realtà si sa che l’obesità porta a problemi circolatori, crisi cardiache e ad alcuni tipi di cancro e va curata.

Dove non arrivano i farmaci, la chirurgia e le diete arriva la psicologia e il genio dei ricercatori giapponesi che hanno inventato, grazie alle ricerche del dottor Michitaka Hirose, degli occhiali speciali capaci di ingrandire gli oggetti a comando. Si tratta di occhiali all’apparenza comuni ma dotati di minuscole videocamere e proiettori computerizzati. Grazie a dei comandi la persona che li indossa può aumentare o diminuire la dimensione dell’immagine che vede attraverso la lente e riceverla, quindi, rielaborata al computer.

Se è vero che la mente reagisce in base alle dimensioni dell’oggetto, per cui si ha paura di un cane grosso (anche se calmo) piuttosto che di uno piccolo, allora un goloso che vede innanzi a sé un dolce grosso si sazierà prima e dunque, nella realtà, ne mangerà molto di meno. Proprio su questa influenza della mente sul corpo punta l’esperimento nipponico e i primi test eseguiti su 12 volontari obesi hanno dimostrato che può funzionare: le persone con gli “occhiali ingrandenti” hanno diminuito il consumo di dolci del 9%. Gli occhiali sono manovrabili dallo stesso soggetto che li porta, che potrà dunque “ingrandire” l’immagine quando entra in pasticceria e “normalizzarla” quando mangerà invece una buona insalata o una cenetta dietetica. Forza di volontà permettendo…!


Tag:, , ,


Lascia un commento