Cellulite: bagni di Moor per ridurre il girocoscia di 2 centimetri

Pubblicato il dicembre 26th, 2010 da
Cellulite: bagni di Moor per ridurre il girocoscia di 2 centimetri

Un aiuto naturale per levigare e drenare la nostra pelle: è il Moor. Ebbene oltre a ridurre i depositi cellulitici, riesce a spazzare via le tossine dell’organismo riattivando, così, l’ossigenazione e la circolazione sanguigna e linfatica, i cui benefici, sono presto apprezzabili sul tutto il corpo.

Vediamo allora cos’è il Moor. In sostanza, si tratta di torba che si deposita in alcuni particolari giacimenti acquitrignosi, una conca d’acqua in cui, secoli fa, piante, arbusti, fiori, frutti ed erbe medicinali, sono stati sommersi ed hanno subito un lento processo di trasformazione e degradazione chimica definita maturazione. Il Moor non è un prodotto manipolato dall’uomo, ma un composto naturale che viene estratto dai giacimenti senza ulteriori lavorazioni.

E’ possibile trovarlo, in una pratica formulazione liquida, in flaconi, in erboristeria, o nelle farmacie e parafarmacie che hanno un reparto naturale.

Lo si può usare per impacchi, maschere e pennellature, i suoi principi si manifestano al meglio con i bagni. Non basta, però, versare il composto nell’acqua calda: per un risultato ottimale si consiglia di seguire tutta una serie di fasi che ne rendono sicura l’efficacia i vostri sforzi.

Come prima cosa, fare una doccia fredda: anche se breve, infatti, questa aiuterà a dilatare al meglio i pori, e far penetrare al meglio le sostanze curative attraverso l’epidermide quando si farà il bagno vero e proprio. La doccia fredda deve avere una temperatura tra i 13 e i 18 gradi.

Successivamente, si prosegue con un gommage. Mentre la vasca si riempie di acqua calda, iniziare a strofinarsi bene con un guanto di crine, facendo attenzione ad utilizzare un movimento rotatorio nelle zone più sensibili ad essere colpite dalla cellulite (glutei e cosce in primis).

A questo punto immergersi nell’acqua calda (massimo 40 gradi) a cui avremo aggiunto il Moor e rimaniamoci almeno 20 minuti: cerchiamo di rilassarci e diamo la possibilità al Moor di raggiungere gli stati più profondi dell’epidermide.

Dopo il bagno, sottoponiamoci ad una doccia fredda e prepariamoci per andare a letto: durante il sonno suderemo e, quindi, meglio mettere una bella bottiglia d’acqua sul comodino.

Dopo 1 mese di trattamento (1 o 2 volte a settimana) potremo vedere i risultati, la nostra pelle sarà più liscia, levigata e non avrà inestetismi, inoltre, sarà visibile una riduzione del girocoscia fino a 2 centimetri.


Tag:, , , , ,


Lascia un commento