L’astenia: come prevenirla e curarla

Pubblicato il aprile 5th, 2010 da
L’astenia: come prevenirla e curarla

Il termine astenia, che può essere tradotto nel linguaggio comune con la parola debolezza, definisce una particolare condizione caratterizzata da un costante senso di stanchezza e malessere generale.

Spesso un’improvvisa debolezza mette paura. Le ricerche dimostrano che nella stragande maggioranza dei casi l’astenia non è collegata ad alcuna malattia. Questo problema è dovuto ad uno stato di “sovraffaticamento” dell’organismo che può interessare non solo il versante fisico, ma anche quello psicologico.

Quando il lavoro diventa eccessivo oppure si deve sopportare uno stress intenso per raggiungere un obiettivo, il corpo può risentire della fatica e cadere in uno stato di profonda debolezza.

Quando questo accade, non ci si deve preoccupare troppo. Il problema è assai diverso quando, specie nelle persone anziane, compaiono di colpo una strana apatia e una forte debolezza.

In questa condizione è meglio indacare sulle reali cause del disturbo che può essere dovuto a una leggera anemia o a situazioni patologiche più gravi. In ultimo un accenno alla cosiddetta “debolezza costituzionale”: è un problema che sembra colpire le persone alte e magre e si manifesta con difficoltà ad espletare qualsiasi compito fisico.

Quando la debolezza non accenna a passare, soprattutto negli anziani, meglio rivolgersi al medico.
Può trattarsi di un segnale di pericolo che l’organismo invia perchè qualcosa non funziona per il meglio.

Mangiare correttamente senza dimenticare l’importanza delle vitamine e delle proteine può aiutare a superare i momenti di debolezza.

Allo stesso modo anche un periodo di risposo dopo un intenso stress lavorativo può favorire il recupero del benessere. Sotto il profilo terapeutico, un supporto con composti polivitaminici o con farmaci che rendono più efficace l’azione del sistema nervoso può risultare utile per superare i momenti di astenia.

Per saperne di più basta chiedere consiglio al farmacista.

Tag:, , ,


Lascia un commento